I cittadini inesistenti

Si chiedere:

  • relativamente alla “reversibilità” almeno il ripristino della pensionistica a come era prima della indecorosa “Legge Dini” (335/95), legge che li deruba dei risparmi accumulati faticosamente in una vita di lavoro dal genitore che muore;
  • che si costituisca rapidamente una commissione di esperti che studi il complesso dei bisogni (denari e servizi) indispensabili per una minima e decente dignità di vita, sia in famiglia che in qualsiasi struttura residenziale, di chi non è autosufficiente, non può lavorare e necessita di pesante assistenza quotidiana 24 ore su 24;
  • di adeguare “l’indennità di mantenimento” prevista per gli invalidi al lavoro (attualmente di € 242,84 mensili!) almeno alla pensione minima sociale.

 

Scarica l’articolo completo in allegato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.