A Bologna il 12 e il 13 Luglio la Conferenza Nazionale sulla disabilità

(regioni.it) Si terrà a Bologna (palazzo dei Congressi della Fiera di Bologna) il 12 e il 13 luglio la IV Conferenza Nazionale sulle Politiche della disabilità promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, presso il quale è istituito l’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità e organizzata insieme alla Città di Bologna.
L’evento rappresenta un’occasione di confronto fra le istituzioni e le organizzazioni rappresentative della società civile e del privato sociale, che esplicano la loro attività nel campo dell’assistenza e della integrazione sociale delle persone con disabilità.  La Conferenza, prevista dall’art. 41-bis della Legge 104 del 1992, costituisce l’opportunità per una puntuale riflessione sul lavoro svolto negli ultimi anni dall’Osservatorio ed è, inoltre, un momento molto atteso ai fini della più ampia condivisione del primo Programma d’ Azione Biennale  per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità.
Nell’ambito dei compiti assegnati dalla Legge n° 18 del 2009all’Osservatorio, lo scorso mese di marzo l’organismo ha, infatti, concluso il processo relativo alla predisposizione di un programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, in attuazione della legislazione nazionale e internazionale.
Si è trattato di un processo molto partecipato, conclusosi grazie all’attività di sei gruppi di lavoro interni all’Osservatorio ed aperti anche al contributo di ulteriori esperti ed esponenti del mondo dell’associazionismo e ha tratto frutto dall’intensa attività che ha portato, alla fine del 2012, alla redazione del primo Rapporto all’ONUsulla implementazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.
L’evento si articolerà su due giornate, con inizio la mattina del venerdì alle ore 9 e conclusione a metà del sabato, con una plenaria iniziale, un pomeriggio dedicato ai gruppi di lavoro, ed una seconda mattinata dedicata ai ritorni in plenaria delle conclusioni dei gruppi e ad una tavola rotonda di confronto con le federazioni nazionali maggiormente rappresentative del mondo della disabilità e con le parti sociali e la partecipazione dei Ministri competenti, delle Regioni e Provincie Autonome, delle Autonomie Locali.
I gruppi di lavoro, che si legano alle prime sei linee di intervento del Programma d’ Azione Biennale, sono i seguenti:
1)    revisione del sistema di accesso, riconoscimento/certificazione della condizione di disabilità e modello di intervento del sistema socio-sanitario;
2)    lavoro e occupazione;
3)    politiche, servizi e modelli organizzativi per la vita indipendente e l’inclusione nella società;
4)    promozione e attuazione dei principi di accessibilità e mobilità;
5)    processi formativi ed inclusione scolastica;
6)    salute, diritto alla vita, abilitazione e riabilitazione.
Gli inviti sono dunque partiti e le risposte arriveranno a breve. Ma qualche nome è dato per “sicuro”, come quello del sottosegretario all’Istruzione Marco Rossi Doria e del Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco
Errani, oltre al ministro del Lavoro e Politiche sociali Enrico Giovannini e al suo viceministro Cecilia Guerra. Prende quindi corpo la Conferenza nazionale sulle politiche della disabilità.  Dopo i saluti iniziali, la mattinata del venerdì sarà affidata all’apertura di Cecilia Guerra e all’illustrazione dello stato dell’arte delle politiche sulla disabilità; a livello internazionale, nazionale e regionale. Del quadro internazionale parlerà tra gli altri Daniela Bas, da due anni e mezzo a capo della Divisione per le Politiche Sociali e lo Sviluppo del Segretariato delle Nazioni Unite – DESA (Department of Economic and Social Affairs). Bas, che in passato ha fatto anche parte dell’Osservatorio nazionale sulla disabilità (rappresentava il Ministero degli esteri), interverrà da New York con un video-messaggio, in quanto impegnata nell’organizzazione della VI Conferenza degli Stati Parte della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, prevista al Palazzo di Vetro dal 17 al 19luglio. Con lei interverranno anche rappresentanti dell’Unione Europea e del Consiglio d’Europa.
Il quadro nazionale sarà illustrato da Matilde Leonardi, coordinatrice del Comitato scientifico dell’Osservatorio nazionale, il quadro regionale da Lorena Rambaudi, coordinatore della Commissione Politiche sociali della Conferenza delle Regioni.
La lista dei moderatori e dei rapporteur dei sei gruppi di lavoro è  ancora in lavorazione: a rappresentanti delle
istituzioni toccherà il ruolo di moderatore (saranno
indicati soggetti dei ministeri del Lavoro, della Salute,
dell’Istruzione e delle Regioni) mentre le associazioni si
divideranno i sei posti di rapporteur che dovranno sintetizzare il sabato mattina in assemblea plenaria il lavoro svolto il pomeriggio precedente nei gruppi di lavoro. Alla tavola rotonda conclusiva, insieme a ministri e sottosegretari, prenderanno la parola anche i sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Ugl) e i Presidenti delle due federazioni maggiormente rappresentative: Pietro Barbieri per la Fish e Giovanni Pagano per la Fand.
La partecipazione alla Conferenza è aperta e gratuita.  È possibile pre-iscriversi ai gruppi di lavoro nonché alla Conferenza scaricando la scheda di iscrizione che dovrà essere inviata per fax o posta elettronica alla:
Segreteria Organizzativa Bologna Welcome – Bologna Congressi SpA  (Tel +39-0516375186,  Fax:+39-0516375149 info@bolognawelcome.it – balberti@bolognawelcome.it; sito web: www.bolognawelcome.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.